fbpx
olio per cani

5 tipi di olio per cani e gatti

Viviamo nel paese dell‘olio extravergine di oliva, che utilizziamo in mille modi.

Non esiste però solo questo olio.

Vediamo insieme quali tipi di olio puoi dare al tuo cane o al tuo gatto.

Olio di semi di girasole

L‘olio di semi di girasole è ricco di acidi grassi insaturi, di cui circa il 32% è acido oleico e il 52% è acido linoleico (LA).

Cani e gatti non sono in grado di sintetizzare sufficiente acido linoleico (LA), che deve essere quindi assunto con la dieta.

L’acido linoleico è fondamentale per il benessere della cute, per i sistema immunitario e per il buon funzionamento di tutto l’organismo.

Questo olio è ricco anche in vitamina E.

E’ importantissimo acquistare olio di semi biologico, conservato in bottiglie di vetro scure.

Olio di pesce

L’olio di pesce è un’importante fonte di acidi grassi omega 3. In particolare è ricco in acido eicosapentaenoico (EPA) acido docosaesaenoico (DHA). 

Sono fondamentali per il benessere del cane e del gatto, grazie alle loro attività antinfiammatorie e antiossidanti.

Sebbene siano disponibili diversi tipi di olio di pesce, come l‘olio di salmone, la cosa migliore per dare il giusto apporto di omega 3 è quella di acquistare integratori in perle, che sono controllati e purificati.

Olio di cocco

Noto soprattutto per la sua capacità di migliorare l’aspetto del mantello, l’olio di cocco aiuta anche con malattie infiammatorie intestinali e scarso assorbimento intestinale.

L’olio di cocco ha alti livelli di trigliceridi a catena media (MCT), che migliorano anche le capacità cognitive.

Si utilizza infatti nei soggetti anziani e anche nei pazienti epilettici.È un’alternativa salutare per aggiungere grassi sani alla dieta del tuo cane o gatto se affronta problemi di peso o di salute.

Olio di oliva

L’olio d’oliva è ricco di antiossidanti, come i polifenoli, la vitamina E e i carotenoidi.

Aiuta a migliorare il sistema immunitario ed è efficace nell’attenuare i sintomi delle malattie cardiovascolari e del diabete.

L’olio d’oliva non contiene una quantità significativa di acidi grassi omega-3 e omega-6.

Non è l’opzione migliore per aumentare l’assunzione di acidi grassi del tuo cane o del tuo gatto, ma aiuta a migliorare l’apporto calorico ed in genere piace moltissimo.

Non contiene poi acido linoleico, necessario per i nostri cani e gatti.

Olio di semi di lino

L’ olio di lino (o olio di semi di lino) contiene una quantità importante dell’acido grasso ALA (acido alfa-linolenico). 

Rispetto al DHA e all’EPA provenienti dall’olio di pesce o dalle alghe, gli ALA a base vegetale sono tuttavia meno efficaci nel ridurre l’infiammazione articolare o nel trattamento di altre malattie croniche .

L’olio di lino o di semi di lino si può utilizzare per aiutare a mantenere un pelo lucido e sano.

olio di pesce per cani

Qual è l’olio migliore per il cane e il gatto?

Ogni tipo di olio ha e sue proprietà e, come sempre. la varabilità è la scelta giusta quando parliamo di alimentazione.

Quanto olio dare al cane?

Ogni animale ha le sue necessità di olio, in base alla sua storia clinica e alla sua attività fisica.

E’ importante che la razione giornaliera di grassi venga calcolata dal veterinario nutrizionista.

Se vuoi impostare una dieta con la giusta quantità di grassi, contattatami per una consulenza.

Condividi questo articolo su:
Immagine predefinita
Chiara Dissegna

Medico Veterinario Omeopata

Master di I livello in Nutrizione e Alimentazione del cane e del gatto
Master di II livello in Alimentazione e dietetica clinica del cane e del gatto

Articoli: 49