fbpx
veterinario nutrizionista

L’importanza del veterinario nutrizionista

Fa che il cibo sia la tua medicina“: lo diceva Ippocrate già nel 400 a.C. e questo vale anche per i nostri cani e gatti.

Hai mai pensato che dare un alimento sbagliato tre volte al giorno per tutta la vita equivale a intossicare lentamente l’organismo?

Quello che mettiamo nella ciotola può assicurare loro una vita lunga e in salute ma gli errori e il fai da te possono invece favorire lo sviluppo di disturbi cronici.

Ecco perché è così importante la figura del veterinario nutrizionista.

Quando è necessaria una consulenza dal veterinario nutrizionista

Incominciamo col dire che la consulenza di un nutrizionista è parte di un protocollo di medicina preventiva in quanto consente all’animale sano di rimanere tale.

Quindi, mai come in questo caso “chi ben comincia è a metà dell’opera”; iniziare a far mangiare correttamente un cucciolo è un’assicurazione sulla sua salute. Nutrirlo in maniera adeguata nelle fasi dello sviluppo permette di ottimizzare la crescita e lo sviluppo del suo microbiota intestinale, alla base del suo benessere.

Ogni fase della vita ha esigenze nutrizionali diverse. Se ci pensi, la nostra dieta varia continuamente, perché il tuo animale dovrebbe mangiare lo stesso cibo per tutta la vita?

Ci sono momenti delicati che richiedono l’aiuto di un veterinario nutrizionista, quali

  • svezzamento
  • accrescimento
  • gravidanza e allattamento
  • sport
  • sovrappeso
  • terza/quarta età

L’esigenza del nutrizionista veterinario è ancor più importante in caso di malattia.

Il giusto regime dietetico infatti può fare davvero la differenza in corso di tante patologie come:

  • malattia renale cronica
  • calcolosi delle vie urinaria, come la struvite
  • cistiti ricorrenti
  • diabete
  • enteropatie acute e croniche
  • epatopatie
  • epilessia
nutrizionista per cani

Qual é il cibo migliore per il cane e il gatto?

Il cibo migliore semplicemente non esiste.

Ogni animale è un soggetto unico, con le sue caratteristiche, il suo stato di salute, i suoi gusti e la sua famiglia.

Eh sì, anche la famiglia è importante quando si sceglie la dieta più adatta: per chi ha pochissimo tempo e non può organizzarsi, un regime casalingo forse non è quello più adatto; se in casa ci sono soggetti immunodepressi o bambini piccoli è meglio evitare una dieta cruda.

Quanto deve mangiare un cane?

Non è possibile dare una risposta univoca perché, in realtà, dipende.

Moltissime sono le variabili che sono da prendere in considerazione, prime tra tutte il dispendio energetico del tuo animale.

Il nutrizionista quindi è chiamato a formulare il piano nutrizionale tenendo in considerazione tutte le variabile del paziente.

Quindi non pensare che il mio ruolo sia solo quello di riempire la ciotola.

Ciò che otterrai con una consulenza nutrizionale sarà un vero e proprio percorso per il mantenimento della salute del tuo animale.

nutrizionista veterinario

Come si diventa nutrizionisti veterinari?

La FNOVI (Federazione Nazionale Ordini veterinari) ha creato delle nuove linee guida per potersi definire Esperti in nutrizione. Solo chi ha seguito determinati corsi universitari o di pari valore può definirsi specialista. A questo link puoi trovare tutti i veterinari nutrizionisti.

Solitamente si tratta di master universitari o di percorsi paralleli ben strutturati, durante i quali il medico veterinario può approfondire i vari aspetti della nutrizione, imparare a formulare piani nutrizionali adeguati e imparare a valutare le etichette dei vari mangimi commerciali presenti, sia per cani che per gatti.

Un percorso lungo quindi, non una preparazione improvvisata o basata sulle informazioni delle ditte mangimistiche.

Come si svolge una visita nutrizionale?

Durante la prima visita, che può essere svolta sia in presenza che online, il veterinario nutrizionista raccoglierà tutti i dati riguardanti il soggetto e il suo nucleo famigliare.

Oltre al normale segnalamento (età, sesso, razza, peso, stato di nutrizione (BCS) e muscolare), verranno presi in considerazioni altri parametri, come l’attività fisica e il suo temperamento, fondamentali per calcolare il dispendio calorico.

Poi verranno analizzati i referti delle analisi e delle visite fatte, in caso di patologie, i sintomi del momento e quelli passati, le terapie attuali e precedenti.

Valutato il tutto, preparerà il piano nutrizionale più adatto, con le giuste integrazioni, che dovrà essere comprensibile e semplice da attuare.

Le visite nutrizionali vengono svolte in presenza, in ambulatorio a Milano, oppure a distanza, grazie alla telemedicina, con l’appoggio del veterinario curante.

Se hai un cane o un gatto schizzinoso, con un appetito capriccioso e non sai mai cosa dargli o al contrario che non è mai sazio, hai bisogno della mia consulenza.

Contattami direttamente, troveremo insieme la soluzione più adatta al tuo pet.

Condividi questo articolo su:
Immagine predefinita
Chiara Dissegna

Medico Veterinario Omeopata

Master di I livello in Nutrizione e Alimentazione del cane e del gatto
Master di II livello in Alimentazione e dietetica clinica del cane e del gatto

Articoli: 45