fbpx

La struvite nel gatto: che cos’è e come curarla con rimedi naturali

Dopo un esame delle urine il veterinario ti ha detto che il tuo gatto soffre di struvite.

Lo sapevi che è possibile gestire questo problema con rimedi naturali?

Vediamo insieme di che cosa si tratta e come possiamo gestirla al meglio.

Che cos’è la struvite?

La struvite è un minerale, costituito da ammonio magnesio fosfato esaidrato che possiamo riscontrare nelle urine del gatto in forma di cristalli di struvite o, quando più cristalli si aggregano, di calcoli di struvite.

La struvite è la causa di circa il 50% dei calcoli urinari del gatto.

7 1

Come si formano i calcoli di struvite?

Perché gli ioni ammonio, fosfato e magnesio si uniscano per formare i cristalli di struvite è neccesario:

  • urina molto concentrata: questo lo si valuta controllando il peso specifico urinario (tramite l’esame delle urine o anche a casa con le strisce reattive)
  • aumento del pH urinario: le urine diventano alcaline, superando il 6 di pH

Fattori che facilitano l’insorgenza della struvite

Ci sono dei fattori che possono facilitare la formazione di struvite. Capirli ci permette di prevenire questa patologia frequente in modo ottimale.

  • alimentazione commerciale con solo cibo secco: quando il gatto mangia solo crocchette, la quantità di acqua ingerita quotidianamente è molto bassa e facilita la concentrazione dell’urina
  • alimentazione commerciale di bassa qualità: diete scadenti, secche o umide, con quantitativi eccessivi di fosforo possono favorire la formazione di cristalli
  • alimentazione casalinga sbilanciata: il fai da te nelle diete casalinghe per il tuo gatto non è mai una buona idea. Una dieta casalinga senza le giuste integrazioni mineral vitaminica può creare anche gravi danni
  • stress: la cistite da stress è una forma estremamente comune nei nostri gatti. Un’infiammazione della vescica può portare a sua volta ad alterazioni del pH che possono facilitare la precipitazione dei cristalli di struvite
  • obesità: il sovrappeso e l’obesità non sono problemi estetici; a causa della costante infiammazione di basso grado che producono nell’organismo, sono alla base di numerosissime patologie
  • razza: ci sono delle razze più predisposte, come il Siamese, ma esistono anche delle predisposizioni individuali
8

Come capire se il gatto ha la struvite?

Se il tuo gatto ha la struvite, potresti vedere sangue nelle urine (ematuria) o difficoltà ad urinare (disuria). Potrebbe entrare e uscire dalla lettiera lamentandosi, potrebbe emettere solo qualche goccio di urina miagolando.

L’ematuria si verifica in seguito allo sfregamento sulla parete della vescica o dell’uretra della sabbiolina che si forma o dei calcoli di struvite che devono passare.

La disuria può derivare dall’infiammazione e dal gonfiore delle strutture dove passa l’urina in seguito allo sfregamento, oppure per un‘ostruzione parziale dell’uretra data da un calcolo di struvite.

I calcoli in vescica quando sono di grandi dimensioni posso agire come una valvola, che causa un’ostruzione intermittente o parziale al flusso dell’urina quando si posizionano nel collo della vescica, quel punto dove inizia l’uretra.

I calcoli di piccole dimensioni invece possono fluire con l’urina nell‘uretra, dove però possono ostruirla; questo succede più frequentemente nel maschio per via del diametro ridotto dell’uretra.

Come si fa la diagnosi di struvite?

Se il tuo gatto manifesta qualcuno dei sintomi che abbiamo visto, il veterinario approfondirà con un esame delle urine e un’ecografia.

L‘esame delle urine è estremamente utile: ci indica il pH urinario, la concentrazione delle urine (tramite il peso specifico) e i tipi di cristalli eventualmente presenti.

L’ecografia ci da informazioni riguardo lo stato della vescica, della sua parete e della presenza di calcoli e le loro dimensioni.

Come si cura la struvite nel gatto?

La buona notizia è che la struvite è curabile. I calcoli urinari di questo minerale infatti si possono sciogliere, andando ad agire sulle cause scatenanti, in particolar modo sul pH urinario e sulla concentrazione delle urine.

Si può eliminare la struvite con metodi e rimedi naturali quali:

  • alimentazione
  • fitoterapia
  • omeopatia

Cosa dare da mangiare ai gatti con calcoli di struvite?

Un’alimentazione fresca bilanciata è la principale terapia per la gestione dei cristalli e dei calcoli di struvite, in quanto diminuisce la concentrazione delle urine (poichè fa introdurre più acqua al gatto) e aiuta ad acidificare il pH, necessario per la dissoluzione.

La dieta fresca, prescritta da un medico veterinario esperto in nutrizione, è la scelta migliore: sarà una dieta ricca di proteine animali che hanno un potere acidificante.

In commercio esistono molti cibi commerciali specifici per la struvite: alcuni sono formulati per la dissoluzione dei calcoli, da utilizzare solo per brevi periodi, ed altri per il mantenimento e per evitare la ricomparsa.

Alimenti da evitare in caso di struvite

I cibi da evitare per fortuna sono quelli meno graditi dal gatto. Hanno potere alcalinizzante infatti patate, piselli e vari carboidrati, cibi che normalmente non sono inseriti in una dieta per un felino.

Le proteine animali invece sono acidificanti: e questa è la notizia migliore per il tuo gatto!

Che acqua dare al gatto con calcoli di struvite?

Questa è una domanda che mi viene fatta molto spesso. In verità l‘acqua del rubinetto va bene in quasi tutte le regioni italiane. Utilizza l’acqua in bottiglia solo se nella tua zona l’acqua è particolarmente dura.

Fondamentale è che beva più acqua ! Quindi via libera a tutti i trucchi per convincerlo (più ciotole, fontanelle, offrire dei brodi leggeri…)

Come eliminare la struvite con la fitoterapia

I fitoterapici più impiegati nella dissoluzione e nella gestione della struvite sono:

  • l’erba spaccapietra , è sicuramente una delle più famose , viene utilizzata da oltre 2000 anni nella gestione dei calcoli. Efficace sia nei calcoli di ossalato, dove è capace di interferire con le prime fasi di crescita e aggregazioni dei cristalli, che in caso in caso di struvite. In commercio esistono varie formulazioni per gatti, anche in pasta appetibile. Chiedi sempre al tuo veterinario la giusta quantità per il tuo gatto.
  • Erica multiflora utile nella prevenzione e nella dissoluzione della struvite
  • Aerva lanata, aumenta la diuresi e riduce la formazione di calcoli
  • Boerhaavia diffusa, utile per la dissoluzione e riduce la formazione

Come curare la struvite con l’omeopatia

In omeopatia ad ugual patologia non corrisponde per forza lo stesso rimedio. Ogni soggetto infatti è unico e speciale e necessita del suo rimedio costituzionale specifico.

Tuttavia ci sono delle tipologie di pazienti, che rispondo a certi rimedi, che più facilmente possono andare incontro alla formazione di calcoli.

Un calcolo è sempre e comunque un ostacolo al fluire. Il rene poi è un grande setaccio, che deve sapere cosa trattenere e cosa lasciare andare.

Tra i rimedi che più spesso sono soggetti a calcoli troviamo Lycopodium, Causticum e Calcarea carbonica. Ma non si può pensare di affrontare la struvite e le calcolosi in generale con un rimedio sintomatico.

Deve essere trovato il rimedio unico e somministrato con regolarità, in modo da permettere al nostro gatto di guarire nel profondo e ridurre le recidive.

Come acidificare le urine?

Abbiamo visto che per sciogliere la struvite è necessario un abbassamento del pH, che deve tornare acido (sotto il 6 per intenderci).

Come possiamo abbassare il pH?

  • tramite la dieta fresca: abbiamo visto che le proteine hanno un potere acidficante, quindi una dieta casalinga o barf è l’ideale per questo scopo
  • piccoli pasti durante la giornata: dopo il pasto si crea la cosiddetta “marea alcalina“, un innalzamento transitorio del pH che fisiologicamente segue l’ingestione di cibo. Maggiore è il pasto, maggiore sarà l‘innalzamento del pH, quindi è buona cosa in corso di struvite dare piccoli pasti durante la giornata
  • nutraceutici acidificanti: la natura ci viene di aiuto con diversi prodotti, in particolar modo la vitamina C e il mirtillo rosso
  • acidificanti di sintesi: in commercio esistono diversi prodotti con potere acidificante, i più famosi sono la metionina e l’ammonio cloruro. L’utilizzo di questi prodotti tuttavia dovrebbe essere sempre sotto stretto controllo del medico veterinario e da utilizzare qualora non fossero bastati tutti gli altri accorgimenti

Se anche il tuo gatto soffre di struvite, contattami per una consulenza

Condividi questo articolo su:
Immagine predefinita
Chiara Dissegna

Medico Veterinario Omeopata

Master di I livello in Nutrizione e Alimentazione del cane e del gatto
Master di II livello in Alimentazione e dietetica clinica del cane e del gatto

Articoli: 51